-->

giovedì 26 giugno 2014

Per lo smoothie perfetto

Il frullato perfetto deve essere cremoso ma non troppo denso, dolce ma non nauseeante, dissetante, saziante, deve dare energia per tutta la mattina ed essere completo dal punto di vista nutrizionale. 


Per crearlo bastano pochi step:

1- Metti la frutta, anche congelata - 400/600 g - 1/2 frutti "cremosi" come banane, mango, pesche, albicocche, pere e 1-2 non cremosi come mele, frutti di bosco, fragole, ciliegie, kiwi e meloni;


2 - Aggiungi un liquido per frullare meglio - 50/100 ml - acqua, acqua di cocco, latte vegetale, the, yoghurt di soia, succo d'arancia appena fatto in casa;

3 -Aggiungi la verdura -  carote, spinaci, cavolo nero, sedano, cetrioli, basilico, menta - può sembrare strano ma rende il frullato più saziante e ricco di nutrienti senza esagerare con l'apporto calorico;

4 - potenzia il frullato con 10-30 g di grassi buoni - noci, mandorle, nocciole, noci del brasile, avocado, burro di mandorle o di arachidi, tahin, semi di lino, anacardi, cocco... - danno energia e buone proteine, le mandorle frullate in più sprigionano un sapore unico;

5 - dai il gusto - cacao, vaniglia, cannella, zenzero, limone, menta, basilico, curcuma, melissa...

6 - dolcifica - datteri, miele bio, malto, melassa... - per chi ha bisogno di più energia, ad esempio i bambini, o nel caso abbiate messo poca frutta e tanta verdura
Frulla tutto finché la frutta secca non si sentirà più, solo così otterrai la consistenza giusta!




mercoledì 25 giugno 2014

Bevanda zenzero-limone rinfrescante e depurativa

La radice di Zenzero - Ginger root
Lo zenzero è una radice dalle molte proprietà, principalmente digestive e, si dice, anche dimagranti, si usa crudo e cotto, in piatti dolci e salati, candito, nelle tisane... Ha un gusto piccantino che a me piace molto, simile al limone, col quale si abbina benissimo.
Per farne una tisana lo si fa bollire per 10-15 minuti e se si vuole un infuso freddo lo si lascia in acqua per 24 ore, ma questi due metodi richiedono tempo prima di poter bere la mostra bevanda.
Per ovviare a questo inconveniente ho pensato ad un'altra ricetta.
Bastano 2 minuti e un frullatore.



Ingredienti
1 rondella di zenzero fresco
il succo di un limone biologico o di un lime
1 dattero o un cucchiaino di malto o miele bio (opzionale)
qualche foglia di mentuccia
4-500 ml di acqua
2-3 cubetti di ghiaccio





Mettete tutto tranne la menta e il ghiaccio nel frullatore e frullate alla massima velocità per 1-2 minuti finché lo zenzero sarà polverizzato.

Versate in un bicchierone di vetro, aggiungete il ghiaccio e guarnite con foglie di menta fresca e una fettina di limone o lime.


Bevete e rinfrescatevi!

Se vi avanza un po' di bevanda potete conservarla in frigo o congelarla e farne dei piccoli  ghiacciolini!


p.s. se volete creare una specie di granita sostituite quasi tutta l'acqua col ghiaccio e aggiungete un po' più di dolcificante!

W il POMODORO fresco!

Oggi per pranzo un piatto che è piaciuto proprio a tutti: pasta di farro con pomodoro fresco e basilico!


Ho cotto 500 g di pomodorini con uno spicchio d'aglio e un cucchiaio d'acqua per venti minuti, ho tolto il coperchio e fatto evaporare l'acqua in eccesso e ho aggiunto un po' di pepe, 5-6 foglioline di basilico, 2 cucchiai d'olio evo a crudo. Se vi piace un po' di peperoncino.

Cook 500g of cherry tomatoes with some garlic and a tablespoon of water for 20 minutes, let eevaporate the water in excess, add pepper, basil and extra-virgin olive oil. If you like add a little bit of chily pepper.

Ho scolato la pasta, l'ho condita col sugo e con qualche seminò di sesamo.

Cook the pasta al dente, add the sauce and some sesame seeds. 


     Dolcissimo e facilissimo!

Crema fredda di cannellini

Una ricetta fresca e veloce e ipocalorica per le giornate più calde!

Ingredienti per 2 ps
200 g di fagioli cannellini cotti (già salati in cottura)
1 zucchina
1 mazzetto di prezzemolo
1 cipollotto o mezzo spicchio d'aglio
2 cucchiai d'olio
pepe q.b.
acqua q.b.

Frullate tutti gli ingredienti tranne il prezzemolo (se volete potete lasciare alcuni fagioli interi) aggiungendo acqua fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Aggiungete il prezzemolo tritato e date un altro colpo di frullatore e servite.

Potete gustare la crema con dei crostini di pane tostato ma è un piatto molto ricco anche da sola.

D'inverno è  molto buona anche calda.

Buon appetito!









Insalata fresca di lenticchie

Oggi vi prese to un piatto unico veloce da fare: l'insalata di lenticchie.
È un piatto freddo ottimo anche per un pic-nic, secondo me da solo sazia a sufficienza ma si può accompagnare con dei cereali in chicco (farro, orzo...), con della quinoa o con dei crostoni di pane.


Ingredienti per 2 ps.
200 g di lenticchie rosse cotte (o 60 di lenticchie secche)
1 carota grande o 2 piccole grattugiate
1 tazza di pomodorini a dadini
1-2 cipollotti o 1 cipolla rossa
4 noci o un cucchiaio di semi di sesamo o mezzo avocado a dadini
1 mazzetto di prezzemolo
qualche foglia di basilico
3-4 rametti di timo
1-2 cucchiaini di curry (o curcuma se non amate il gusto piccantino)
2 cucchiai d'olio di oliva
sale, pepe, q.b.
Aceto o succo di limone a piacere

Tagliate finemente le verdure e le erbe, mescolate e aggiungete le noci e le spezie, condite con l'olio e servite.

Buon appetito!


martedì 24 giugno 2014

Frittata di ceci!

Oggi una ricetta veloce veloce, la frittata di ceci!
Al contrario di come può sembrare questa ricetta non è un tentativo dei vegani di ricreare la frittata con le uova, ma un piatto tradizionale nella cucina italiana.
 Mi riferisco alla farinata di ceci ligure.

Frittata di ceci con cipolle rosse
Ingredienti per 2 ps
- 80 g farina di ceci
- sale q.b.
- pepe q.b
- 150 g acqua
- 2 cucchiai di olio d'oliva 
- rosmarino, prezzemolo, timo, curcuma, curry eee... le spezie che preferite!
- 1 cipolla
- verdure a piacere
Mescolate farina, sale, olio e aggiungete acqua fino ad ottenere un composto senza grumi non troppo liquido. Mettete le spezie e lasciate da parte.
Ungete una padella antiaderente e scaldatela bene, fate soffriggere la cipolla e saltate le verdure scelte. versate il composto di acqua e farina e coprite.
Cuocete a fuoco bassissimo fino a che anche la parte sopra si rassoda (se riuscite a girare la frittata è molto più veloce la cottura ma questo passaggio a me non riesce mai! ).



È un ottimo secondo da accompagnare con delle verdure crude, in estate è molto buona anche fredda e, a differenza della farinata di ceci, non c'è bisogno di accendere il forno! (che per altro consuma tantissimo)



Green:il terribile olio di palma

L'olio di palma è un olio vegetale che non ha niente a che vedere con il cocco.
Si ottiene dall'albero di palma.

È nocivo per la salute in quanto è un grasso saturo che crea malattie quali diabete, obesità, malattie cardiovascolari.  Essendo utilizzato in moltissimi prodotti confezionati, solo mangiando qualche biscotto a colazione rischiate di superare la dose massima di grassi saturi accettabile.

E non è finita qui.

La peggiore conseguenza della produzione di questo olio è la distruzione ogni ora di centinaia di ettari di foreste in Africa e in Indonesia e della morte di moltissmi animali quali orangotanghi, tigri, orsi, elefanti ecc... che spesso rimangono uccisi dalle motoseghe o si ritrovano senza un habitat. Ciò ha come conseguenza l'estinzione di numerosissime specie.
La produzione di quest'olio ha anche impatto negativo sulla popolazione locale: per far sì che coltivino le palme questi uomini vengono cacciati a forza dalle loro abitazioni e lavori, così che l'unica via per la sopravvivenza è diventare coltivatori di palme. Vengono fatti lavorare anche i bambini, e spesso i lavoratori rimangono mutilati dalle motoseghe.

La cosa più preoccupante è che questo olio ha un costo bassissimo e per questo si trova in quasi tutti i prodotti confezionati (soprattutto biscotti, cereali da colazione, sfoglie pronte, crackers, crostini, pane da toast), nella NUTELLA, nel burro d'arachidi, spesso anche nei prodotti bio o vegan, come la panna vegetale. Poche marche non lo usano, per questo è importante leggere sempre le etichette (io prendo i prodotti Alce Nero, solo con olio d'oliva*).
Si trova anche nei carburanti "verdi" e nei cosmetici e viene nascosto sotto i nomi di:

Palm oil kernel
“Palmitate” or “Palmate”
Elaeis gunieensis
Hydrated Palm
Gylcerides Hexadecanoic
Palmitic Acid 

Vegetable oil (se il prodotto contiene grassi saturi è quasi sicuramente olio di palma)
Qualunque dicitura contenga “stearate, stearyl” e “cetyl, cetearyl”
Sodium Lauryl Sulphate (SLS)
Sodium Laureth Sulphate
Sodium Dodecyl Sulphate (SDS or NaDS) SodiumCalcium Stearoyl Lactylate Steareth -2Steareth -20 Emulsionante 422, 430-36, 465-67, 470-8, 481-483

Fonte - ChicVegan - leggi l'articolo

Non basta che sulla confezione vi sia scritto "con olio d'oliva" ma tra gli ingredienti NON ci devono essere "olio di palma" né "olii vegetali".

Per la vostra salute e per l'ambiente,  per i vostri bambini.

Guardate Green, il film/documentario, per capire meglio a cosa mi riferisco.
http://www.vegolosi.it/news/green-il-film/

*non ricevo compensi da Alce Nero per la pubblicità, è un consiglio spassionato ;)

Gelato crudista senza latte - raw vegan banana icecream

Il gelato crudista è il gelato più facile da fare e il più sano da mangiare, ma è anche buonissimo !
Il gelato crudista è il gelato più facile da fare e il più sano da mangiare, senza grassi, light ma è anche buonissimo! raw, vegan icecream healthy banana
Con marmellata di mirtilli, uva nera e noci

Per chi vuole avvicinarsi al vegetariano

So che per molti non è facile avvicinarsi alla dieta vegetariana/vegana anche perché si teme sempre di non assumere tutti i nutrienti necessari nelle giuste quantità.
In realtà non c'è nulla da temere, soprattutto per quanto riguarda l'assunzione delle proteine.
Se siete interessati vi consiglio il sito di vegpyramid, a cura della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV, dove troverete linee guida nazionali, indicazioni su macro e micronutrienti e potrete crearvi un piano alimentare basato sul vostro fabbisogno calorico.



Spero di esservi stata utile!

lunedì 23 giugno 2014

I legumi secchi: per liberarsi dalle scatolette!

I legumi, come saprete, sono alla base della dieta vegetariana (e anche di quella mediterranea), sono molto economici e sono un'importante fonte di proteine complementari a quelle dei cereali e di carboidrati complessi. 
Tipica domanda posta ad un vegetariano è: 
"Ma mangi sempre fagioli??"
"No!!! No."
Vi sono infatti moltissimi tipi di legumi con proprietà diverse, oltre ad altre fonti proteiche che si scoprono col tempo, come la quinoa ad esempio, o che si imparano a consumare di più, come la frutta secca.

E' inoltre sfatato il mito che i fagioli facciano "aria" nell'intestino: dopo poco tempo che li si mangia questo spiacevole (e minimo) effetto svanisce, anche perchè eliminando prodotti animali il vostro intestino sarà disintossicato e digerirà tutto senza gonfiori.

Vengono venduti freschi (ma si trovano di rado e solo in primavera), in scatola o secchi.
Quelli in scatola sono sicuramente molto comodi ma più costosi e solitamente (almeno quellli non bio) sono molto salati e vi viene aggiunto dello zucchero (lo sapevate che lo zucchero raffinato da' dipendenza?).
Una buona soluzione sono quelli secchi che però molti non comprano perché hanno tempi di cottura piuttosto lunghi e necessitano di un lungo ammollo.
In realtà non è difficile prepararli né richiede molto tempo.
Io di solito metto a mollo una o due confezioni di legumi prima di andare a dormire (più restano in ammollo meglio è perché i nutrienti si rendono più assorbibili e si riducono i tempi di cottura).
Il giorno dopo appena sono a casa li sciacquo e li lascio bollire con del rosmarino e uno spicchio d'aglio per 1-1,30 h o finché non sono morbidi: non occorre guardarli, potete fare dell'altro nel frattempo!
Quando sono pronti li scolo e li divido in barattoli 4 da 400 g (4x4 porzioni) e una volta raffreddati ne congelo tre barattoli mentre uno lo tengo in frigo per la settimana successiva.
Congelandoli posso cuocerne grandi quantità  e risparmiare tempo!
Di solito preparo i miei legumi la domenica, ma non occorre farlo tutte le settimane perché avrete la vostra scorta in freezer!
Ma se proprio volete dei legumi veloci veloci prendete le lenticchie o i piselli spezzati, non necessitano di ammollo e cuociono rispettivamente in 10-12 e 30-35 minuti!
Un'altra alternativa è la farina di ceci, ottima per "frittate" , farinate di ceci (tipica focaccia ligure) e crepes!

domenica 22 giugno 2014

Burro d'arachidi superfacile e supersano

 Il burro d'arachidi, o crema d'arachidi, è tipico della cucina statunitense e, lasciatemelo dire, è buo-nis-si-mo!
Ha anche numerose proprietà nutrizionali e fa bene alla salute.
Io l'ho scoperto da quando ho eliminato molti prodotti di origine animale e ho introdotto nella mia dieta molta più frutta secca (no, i grassi buoni non fanno ingrassare ;) ).



È ottimo sul pane o sulle fette biscottate con della marmellata (sembra di mangiare pane burro e marmellata!), sulla frutta fresca (spalmato su fettine di mela per uno snack sano e completp) e al posto della Nutella ma si usa anche nei dolci da forno e nei piatti salati, nei panini ad esempio o su pasta e cereali.


Si trova già pronto al supermercato ma non è economicissimo e, se lo è, è perché vi sono state aggiunte proteine del latte o quei "grassi vegetali non idrogenati" che fanno tanto male a noi e all'ambiente (per esempio olii di semi o il temibile ed ormai diffusissimo olio di palma).
Un altro motivo per cui non vale la pena comprarlo è che si può fare in casa ed è facilissimo!

Ingredienti
- 200 g arachidi non salate - possibilmente non tostate
- 1 cucchiaio d'olio d'oliva (opzionale)
- 2-3 o più cucchiai d'acqua o olio per frullare meglio

Sgusciate e pelate le arachidi (è molto difficile trovarle non salate già sgusciate);
mettetele in un mixer e polverizzatele. Poi aggiungete tutti gli altri ingredienti, frullate ancora finché non ottenete una consistenza cremosa (se necessario aggiungete acqua un poco alla volta).

Se lo consumate sul pane senza marmellata potete anche dolcificarlo con un cucchiaino di malto o zucchero di canna integrale o datteri.

Trasferite il tutto in un vasetto di vetro ermetico et voilà!

Si conserva in frigorifero per 10 giorni se mettete l' acqua. Se x frullare invece usate solo olio dura molto di piú (ma non durerà così a lungo fidatevi!).

images from: http://simpleveganblog.com

sabato 21 giugno 2014

Il Portasapone del riciclo!

Questo Portasapone fai-da-te si può fare con pochi oggetti che si hanno in casa ed è anche molto carino.

 
 Occorrente: 
-1 barattolo di vetro ben pulito (quello della marmellata)
- Il dosatore un portasapone di plastica vuoto
- vernice acrilica (se il tappo del barattolo è bello così com'è la vernice non serve)
- nastri/perline
- colla a caldo
- silicone (opzionale)


Fate un buco nel tappo del barattolo grande abbastanza da farci passare il tubicino del dosatore. 
Verniciate tappo e dosatore se non vi piace il loro colore.

Se volete potete incollare con del silicone il dosatore al tappo, ma funziona benissimo anche saltando questo passaggio.

Riempite il barattolo con sapone liquido (controllate che non contenga addensanti chimici) e, se volete, con delle perline colorate (abbastanza grandi da non pasare per il tubicino del dosatore!).

Chiudete con il tappo e decorate come più vi piace con nastri e perline.

Può anche essere un'idea regalo :)

Tofu in padella con porri

Il tofu è un alimento poco conosciuto ma molto versatile.
Possiamo considerarlo "formaggio" di latte di soia. Il latte viene fatto bollire poi cagliare con nigari o succo di limone.
È un alimento ricco di calcio e proteine (la soia contiene tutti gli amminoacidi essenziali) e povero di grassi.
Può essere preparato in molti modi: marinato, in padella, frullato a crema sia dolce che salata ma anche nelle torte.
Io di solito lo preparo come salsa o in padella con i porri, che sono più dolci e hanno un sapore più delicato della cipolla.

Ingredienti per 2
-un panetto (120-180g ) di tofu al naturale
-2-3 porri
-olio d'oliva, 2 cucchiai
-sale q.b.
-una bella grattugiata di pepe nero
-un pizzico di curry o noce mmoscata o curcuma

Tagliare finemente il porro e farlo tramortire in una padella antiaderente con 2 cucchiai di olio, aggiungere il tofu scolato (viene venduto nella propria acqua) e tagliato a dadini, il pepe, il sale e il curry.
Lasciar cuocere per 5 minuti col coperchio finché il tofu non si sarà insaporito per bene, infine far evaporare l'eventuale acqua in eccesso.


Ecco pronto un secondo leggero e veloce da accompagnare con della verdura cruda.

Salse per tutti i gusti... vegan!

Come promesso un post su condimenti e salse, facili da fare ma che danno un tocco in più ai vostri piatti, affinchè non si dice che il cibo vegano è insapore!

La salsa che io preferisco è la guacamole (qui la ricetta) perché è molto cremosa ma ve ne sono molte altre.

Partiamo dalla maionese veg, o vegannaise
Ingredienti
-50 ml latte di soia non zuccherato(o 50ml di altro latte vegetale + un cucchiaino di lecitina di soia, che permette di emulsionare acqua e olio)
- 50-100 ml olio d'oliva (la quantità di olio dipende da quanto vogliate che la maionese sia densa)
-un cucchiaino di senape
-aceto o succo di limone, secondo i vostri gusti
-un pizzico di curcuma per dare colore
-sale

Mettete tutto in un barattolo e con il mixer frullate prima tenendolo fermo poi muovendo lo su e giù finché non si formerà una crema, se non vi sembra abbastanza densa aggiungete olio.

Partendo da questa salsa base se ne possono creare altre aggiungendo pochi ingredienti come:
- 1 peperone rosso - verrà una salsina liquida perfetta per condire l'insalata
- un cucchiaio di curry-  molto speziata e piccantina
- prezzemolo e cipollotto - ideale sui legumi e su hamburger vegetali
- mezzo cetriolo, aglio e mentuccia - sarà una salsa simile al Tzatziki

http://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&docid=MpJznr3NzDMx8M&tbnid=hSfSLmpKZxpbWM:&ved=0CAMQjhw&url=http%3A%2F%2Ftheclothesmakethegirl.com%2F2010%2F06%2F03%2Fthe-secret-to-homemade-mayo-patience%2F&ei=FAnlU4KFEsPXPIvegdAP&psig=AFQjCNH-RJwEjYXAewrQxYbVLL9gCNhUrQ&ust=1407605393820015

un' altra base cremosa per le salsine sono le zucchine... crude:

salsa di zucchine alle erbe, ottima anche sulla pasta!
frullate:
-1 zucchina
-1 cipollotto (opzionale)
-2 cucciai di olio d'oliva
-sale q.b.
-curcuma un pizzico
-pepe
-4-5 rametti di timo o timo limone
-prezzemolo
-basilico
-succo di limone, aceto o senape

guacamole ipocalorica
-1zucchina
-1/2 avocado
-cipolla rossa o cipollotto (opzionale)
-curry
-chili
-sale q.b

Molto saporito è l'hummus di legumi, che consiste nel frullare legumi cotti con olio, un po' di acqua, spezie ed erbe aromatiche, si mangia sul pane ma anche con delle verdure crude. Il più  conosciuto è l'hummus di ceci, tipico della cucina mediorientale ma tutti i legumi vanno bene.


Ad esempio:
Fagioli cannellini e prezzemolo-molto fresco
Fagioli neri (molto ricchi di ferro) e radicchio rosso
Fagioli bianchi di Spagna, zucchine e curcuma
Lenticchie e curry

Simile al l'hummus per la consistenza ma più "formaggioso" nel sapore è la mia preferita, la crema al tofu:
-1 panetto di tofu
-4-5 pomodori secchi
-1cucchiaio d'olio d'oliva
-6-7 olive verdi e nere
-un cucchiaio di acqua

E qui vi lasciò sbizzarrire con la fantasia! Non ci sono regole precise...

P.s.: tenete conto del fatto che salse come la guacamole, l'hummus e quella al tofu sono molto sostanziose e accompagnate con dei crostoni di pane o su una piadina completano un pasto.

venerdì 20 giugno 2014

Sugo dolce ai peperoni

Oggi ho pensato di proporre un classico sugo ai peperoni rossi, ottimo sulla pasta ma anche con dei cereali in chicco o con le patate lesse, per imbottire un panino/piadina* o come contorno.

Ingredienti per 3-4 persone

2 peperoni rossi ** - red bell peppers
4 pomodori da insalata o 15-20 pomodori datterini (va bene anche la salsa di pomodoro) - some tomatoes or canned tomato sauce
3-4 rametti di timo fresco (o basilico)- fresh thyme or basil
1 cipolla rossa-red onion
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva-olive oil
Sale a piacere (io non lo metto perché i peperoni sono molto saporiti di suo)-salt to taste

Mettete in una padella antiaderente la cipolla tagliata fine e fatela appassire in 2-3 cucchiai d'acqua;
Aggiungete i peperoni tagliati e nel frattempo tagliate i pomodori a pezzi piccoli;
Aggiungete i pomodori, coprite e fate cuocere per 20 minuti o comunque finché il sugo raggiungere la consistenza che preferite;
Fate evaporare un po' se risulta troppo liquido e servite con un filo di olio crudo***

*Lo sapete che il peperone è alla base della fajta, un piatto messicano? Consiste in un sugo di peperoni di tutti i colori (talvolta con carne o gamberetti) sevito sulle tortillas, delle piccole piadine. Provatela!

**se avete difficoltà a digerire i peperoni provate quelli dolci, o peperoni corno, che sono ottimi anche crudi e molto più leggeri!

***è meglio utilizzarlo a crudo perché ad alte temperature i grassi possono formare sostanze tossiche e l'olio d'oliva è particolarmente sensibile a ciò, in più il calore ne distrugge le proprietà benefiche!
Buon Appetito!

Attenzione ai prodotti di bellezza

Il terrificante motivo per cui l'Illinois ha bandito il tuo sapone per il viso


  Imagine a gazillion tiny plastic balls floating through the world’s streams, rivers, lakes, and oceans, adding to the already insane amount of plastic in the water. Scared? You should be. In the future it might be impossible to find water without them.

Immginate moltissime microscipiche palline di plastica che glleggiano nei corsi d'acqua del mondo, fiumi, laghi, e oceani, che si aggiungono alla già non salutare quantità di plastica nell'acqua.  Spventati? Dovreste esserlo. In futuro potrebbe essere impossibile trovare acqua senz queste.

Read the full article - leggi l'articolo intero

giovedì 19 giugno 2014

Fantastica mousse di avocado al cioccolato

Come promesso ecco qui la ricetta della mousse (volendo crudista) al cioccolato fatta con l'avocado.
The avocado- choco dream cream! yum!

Si può usare come crema spalmabile su crêpes e fette biscottate ma anche per intingervi la frutta fresca e, a dire la verità, è un ottimo dessert anche da sola mangiata con il cucchiaino!
È facilissima e veloce da fare, e ovviamente zero lattosio!

Ingredienti per due persone

  • 1 avocado maturo (se premete la buccia e resta lo stampo del dito è perfetto, se no aspettate a mangiarlo, non è per niente buono) - a ripe avocado
  • un po' di latte di mandorla (o poca acqua) - some almond milk
  • 2-3 datteri - dates o zucchero di canna grezzo a piacere - pure cane sugar to taste
  • 1-2 cucchiai di cacao amaro (ancora meglio se trovate il cacao crudo, non essendo stato tostato conserva più proprietà) - one to two tablespoons of cocoa
  • 1 banana (opzionale)
  • buccia di arancia o limone (opzionale)- lemon or orange zest
Frullate l'avocado, la banana, i datteri aiutandovi con un po' di latte vegetale o acqua;

Aggiungete il cacao ed eventualmente dell'altro zucchero un poco alla volta fino a che il gusto non vi soddisfa (le quantità cambiano a seconda delle dimensioni dell'avocado e della presenza della banana);

Completate con buccie di agrumi grattugiate et voilà, la vostra mousse è pronta!
Servitela in delle ciotoline decorando con frutti di bosco e foglioline di menta fresca.

P.s.: ricordate che l'avocado si ossida in fretta quindi consumate la mousse in breve tempo!  

Crêpes dolci vegan

Oggi vi presentò la ricetta delle crêpes senza uova in versione dolce (qui la ricetta per quelle salate e di ceci) sono molto più leggere e si possono fare anche senza glutine! La parte migliore è che sono velocissime da fare!
Ecco la ricetta...

ricetta delle crêpes senza uova- ovvero le crêpes vegan- sono molto più leggere e si possono fare anche senza glutine. sia col dolce che col salato ma la parte migliore è che sono velocissime da fare!

Smoothie bowl + bananayo

Oggi vi propongo una delle mie colazioni preferite: la "smoothie bowl" o frullato nella ciotola, consiste nel fare uno smoothie denso e cremoso la cui consistenza ricordi quella dello yogurt e mischiarlo con frutta fresca a pezzettini, frutta secca/essiccata, semi oleosi, fiocchi di cereali, spezie e.. chi più ne ha più ne metta!

Lo smoothie di base che io preferisco è quello che ho chiamato "bananayo" ed è molto semplice; è un frullato di banana senza (o quasi) liquidi aggiunti, con un po' di cannella, zenzero o limone. La banana si presta molto bene per gli smoothie perché dà cremosità.
Dal momento che la mia colazione si compone generalmente di tre frutti nello smoothie metto due banane, ma se voglio ottenere un sapore più fresco (o se ho una banana sola in casa ) metto una banana e una mela o una pesca.
Altri futti "cremosi" sono il mango e le albicocche. C'è anche l'avocado ma è molto ricco di grassi omega3 quindi se scelgo di utilizzarne mezzo (è più che sufficiente) nello smoothie preferisco evitare di aggiungere frutta secca/semi oleosi come topping.
Dal momento poi che di avocado se ne utilizza solo metà ed è un frutto che si ossida facilmente scegliete di mangiarlo quando fate lo smoothie per due.
Nei post successivi vi darò le ricette delle mie smoothie bowls preferite, spero vi piacciano!